LUCIA FONTANA PRESENTA : SILLOGE DELLA NEVE – SNOW ANTHOLOGY

11 haiku

vento di neve
i tronchi denudati
del sughereto

snow wind
the cork trees
bare logs

Margherita Petriccione

~

bimba nel cuore
aspettando la neve
lo sguardo al cielo

child at heart
waiting for snow
glued to the sky

Stefania Andreoni

~

scarpe leggere
il colore del vento
che si fa neve

light shoes
the wind color
becomes snow

Angiola Inglese

~

velo di neve
minuscole farfalle
danzano al vento

a veil of snow
dancing in the wind
tiny butterflies

Anna Maria Domburg Sancristoforo

~

la prima pala
colmandosi da sola . . .
neve che cade

the first shovel
loads itself . . .
falling snow

Steven Smolak

~

sta nevicando
i nidi vuoti accolgono
candidi fiocchi

snowing
empty nestles welcome
white flakes

Oscar Luparia

~

fiocchi di neve
i rami del mio pruno
di nuovo in fiore

snowflakes
my prune branches
blossoming again

Maria Teresa Sisti

~

neve sul mare
le orme di un gabbiano
sulla battigia

snow on the sea
seagull footprints
in the shore

Rosa Maria Di Salvatore

~

fiocchi di neve
sul kimono di seta
fiori di ghiaccio

snowflakes
on silk kimono
icy flowers

Caterina Sale

~

pietra su pietra
il sole del mattino
scioglie la neve

stone over stone
in the morning sun
melted snow

Ezio Infantino

~

vette innevate
il profumo di resina
sciolto nel vento

snow peaks
melting in the wind
a resin scent

Lucia Fontana

logo + link black

 

 

https://youtu.be/Y-c81JGhXcM

 

Share

One comment on “LUCIA FONTANA PRESENTA : SILLOGE DELLA NEVE – SNOW ANTHOLOGY

  1. La validità degli haiku presenti in questo genere di sillogi (“le sillogi di CNK”) si amplifica in virtù delle immagini e dei suoni che li accompagnano. Complessivamente, ne scaturisce qualcosa il cui spessore va ben al di là della semplice “somma delle parti”. Ma non si tratta solo di sottolineare la suggestione trasmessa dai poemi, dalle immagini, dalla musica del pianoforte e dalla musicalità della voce narrante. C’è dell’altro… perché, qui, il progressivo accostamento dei vari haiku è certamente il frutto di un’accurata valutazione. Di lirica in lirica, ci si viene così a sintonizzare – con disarmante naturalezza – sul ritmo profondo della Natura. Questo lo si deve all’attenta regia di Lucia Fontana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *